AVVOCATO CASSAZIONISTA

L’avv. Giulio Levi è nato a Trieste il 19.09.1964

Abilitazioni
Nel 1998 consegue, presso il distretto della Corte d’Appello di Trieste, l’abilitazione all’esercizio della professione di avvocato.

Studi
Nel 1995 si laurea in giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Trieste, con tesi di laurea in diritto commerciale dal titolo: “Danno ambientale: responsabilità delle imprese e coperture assicurative” (101/110)

Nel 1984 consegue il diploma di maturità presso il Liceo Scientifico Statale “Guglielmo Oberdan” di Trieste (55/60).

Formazione
Nel 2006/2008 ha frequentato il corso biennale della Scuola di Alta Formazione in Diritto del Lavoro, istituita da AGI-Avvocati Giuslavoristi Italiani e dal Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Milano, con il patrocinio del Consiglio nazionale Forense.

Nel 2009, 2010, 2011 e 2012 ha frequentato il “Corso di perfezionamento di diritto e procedura penale” organizzato dalla camera Penale di Trieste

Collaborazioni ed esperienza professionale
Nel corso della sua attività l’avv. Levi ha collaborato per un decennio con uno Studio di avvocati giuslavoristi occupandosi in via esclusiva di tutte le controversie civili e penali dello stesso. Di seguito ha collaborato con altro Studio legale per il quale ha gestito, sempre in via esclusiva, tutto il settore penale dello Studio.

Settore di attività
L’avv. Levi si occupa prevalentemente di questioni afferenti il diritto civile e il diritto penale, anche presso il Tribunale per i Minorenni, fornendo assistenza legale completa sia in ambito stragiudiziale (anche in sede di mediaconciliazione e/o negoziazione assistita) che giudiziale, volta alla individuazione delle soluzioni che meglio possano soddisfare – anche sotto il profilo della tempestività – le esigenze del cliente.
In questa ottica si situa anche l’attività stragiudiziale di consulenza, volta alla formulazione di pareri, assistenza nella redazione di contratti, assistenza in trattative con le controparti.
L’avv. Levi si occupa altresì di questioni afferenti il diritto del lavoro e pubblico impiego, ed in ambito amministrativo, di opposizioni a sanzioni amministrative ed immigrazione.
Iscritto alla Camera penale di Trieste e all’A.I.A.F (Associazione italiana avvocati di famiglia)
Gli obiettivi strategici del cliente sono sempre il punto di partenza dell’impegno professionale dell’avv. Levi, che affianca e sostiene il cliente discutendo con lui la miglior strategia defensionale.

In ambito civile l’attività dell’avv. Levi è incentrata prevalentemente nei seguenti settori:
attività giudiziale e stragiudiziale inerente:
– separazioni e divorzi;
– diritto di famiglia; amministrazione di sostegno;
– successioni,
– responsabilità medica – malasanità;
– infortunistica stradale;
– infortuni sul lavoro;
– condominio,
– diritti reali;
– locazioni, sfratti e affitto d’azienda;
– contrattualistica,
– recupero crediti;
– domande tavolari;
– domiciliazioni;
– licenziamenti;
– demansionamenti e dequalificazioni;
– qualifiche superiori,

In ambito penale l’avv. Levi offre anzitutto attività di consulenza legale, sia per gli autori dei reati che per le vittime dei reati, dedicando loro tutto il tempo necessario sia all’ascolto che alla prospettazione delle possibili soluzioni. L’avv. Levi presta inoltre attività di assistenza al cliente sia nella fase procedimentale delle indagini preliminari, compreso lo svolgimento di indagini difensive, sia attività di difesa nella fase processuale e dibattimentale, e nella successiva fase esecutiva. Nell’ambito dei servizi legali resi, l’avv. Levi fornisce oltre a consultazioni e pareri, attività volta all’esame e studio della pratica e successiva redazione di diffide, denunce, querele, esposti, istanze e memorie, oltre che ricerca e richiesta atti. Svolge anche attività a favore delle persone offese, vittime del reato, mediante costituzione di parte civile nel processo penale.
L’attività viene svolta davanti a tutti gli Uffici Giudiziari (Giudice di pace, Tribunali ordinari, Corte d’Appello, Tribunale per i Minorenni, Tribunale di Sorveglianza).

L’avv. Levi è interessato a questioni inerenti il diritto ambientale, anche in quanto socio del C.A.I. e del W.W.F.

Amico degli alpini nel Gruppo “A. Cuzzi” di Monfalcone, Sezione di Gorizia.

Arbitro Regionale di rugby.

Collabora con alcune Associazioni di volontariato. E’ stato iscritto all’A.I.A.F. (Associazione Italiana Avvocati di Famiglia) ed ha collaborato con l’Associazione Utenti Auto (A.U.A.).

Negli ultimi anni ha partecipato ai seguenti incontri di studio, anche al fine dell’aggiornamento professionale

Diritto di famiglia:
– “La prova e le indagini difensive nel processo di famiglia: profili di diritto, deontologici e operativi”;
– “La legge n. 76/2016: dalle unioni civili ai patti di convivenza. Come cambia il diritto di famiglia”;
– “L’individuazione dell’effettivo reddito delle parti nel contenzioso familiare”;
– “Diritto di famiglia: nuovi strumenti e prospettive di riforma: 1) le recenti riforme nel diritto di famiglia: “la negoziazione familiare”; “il divorzio breve”; “L’ultimo DDL sulla istituzione delle sezioni specializzate per la famiglia e la persona”
– “La riforma della filiazione”
– “Strumenti patrimoniali e finanziari nelle separazioni e nei divorzi: poteri e limiti del giudice della famiglia”;
– “L’avvocato nella mediazione. Tecniche di mediazione, valorizzazione degli interessi di parte e profili deontologici”;
– “Udienza presidenziale e provvedimenti temporanei nel giudizio di separazione e divorzio. Il sistema delle impugnazioni nel processo di famiglia”;
– “I profili fiscali di separazione e divorzio”;
– “Separazione e divorzio: aspetti connessi alla morte dell’obbligato”;
– “Amministrazione di sostegno. Metodi e Valori: l’Ascolto”;
– “Amministrazione di sostegno. Metodi e Valori: Cuore”
– “Dieci anni di amministrazione di sostegno”
– “Amministrazione di sostegno: il piacere dell’informazione il dovere della formazione. – lI procedimento: il ricorso e la notifica, l’audizione, il decreto di nomina le successive modifiche ed integrazioni: un giudice che ascolta ed entra nella vita del beneficiario” –
– “Poteri e doveri dell’amministratore di sostegno, dal giuramento al rendiconto; il rapporto con il giudice tutelare e con il beneficiario”
– “Presa in carico e cura: sostegno e dignità dell’assistenza”
– “L’amministrazione di sostegno per la persona affetta da dipendenza patologica: il caso di Lorenzo”
– “L’amministrazione di sostegno per l’anziano: il caso di Maria”;
– L’amministrazione di sostegno per il malato Psichiatrico: il caso di Caterina”;
– “L’affido condiviso dei figli a sei mesi dall’entrata in vigore della legge 54/2006”

Responsabilità civile:
– “La legge Gelli n. 24/2017, la responsabilità medica sotto il profilo civile, penale, amministrativo-contabile: cosa cambia?”;- “Pricacy: valore costituzionale o strumento di controllo”;
– “Il risarcimento del danno non patrimoniale alla persona tra tabelle e orientamenti giurisprudenziali”
– “La responsabilità per danni da cose e da animali in custodia nella giurisprudenza”;
“Malpractice medica. Quantificazione del danno e tecniche di liquidazione”;
– “I pregiudizi esistenziali nel nuovo sistema risarcitorio”;
– “Minori e responsabilità civile”;
– “Il danno non patrimoniale. Realtà e prospettive”;
– “L’azione collettiva risarcitoria”;
– “Recenti novità in materia di tutela del consumatore”;
– “Riflessioni sul cumulo e concorso di responsabilità contrattuale ed extracontrattuale”
– “Il nuovo codice delle Assicurazioni private”;
– “Contratto preliminare e novità legislative”

Condominio.
– “Il condominio tra riforma e maquillage”
– “Diritti reali e condominio: problematiche procedurali e mediaconciliazione obbligatoria”;
– “La tutela cautelare a fronte delle immissioni intollerabili”; “L’astreinte: comminatoria o coercitoria o misura coercitiva”
– “Nuovi orientamenti giurisprudenziali. Brevi riflessioni su: il condominio – poteri degli amministratori e modifiche delle tabelle millesimali. L’opposizione a decreto ingiuntivo;

Diritto processuale civile:
– “Le prove: valutazione e criticità nel processo civile e penale”;
– Processo civile telematico e notifiche telematiche dopo l’entrata in vigore del DL 90 del 24.06.2014 – Istruzioni operative ed analisi della riforma”
– “Il giudizio d’appello dopo la riforma”;
– “Fallimento e procedure concorsuali: novità legislative e regole applicative”;
– “Le conseguenze operative della nuova disciplina della mediazione civile”
– Primo grado ed appello: due realtà a confronto alla luce della novella introdotta con L. 134/12”
– “L’uso della PEC e il nuovo processo civile telematico (PCT)”
– “Il processo telematico: il punto d’accesso dell’ordine ed i servizi collegati”;
– “Il processo tributario. Aspetti e questioni pratiche”;
– “Panoramiche nazionali e locali sull’applicazione di due recenti riforme normative: il procedimento sommario ed il decreto ingiuntivo europeo”;
– “Riforma del processo civile “Rito sommario e filtro in Cassazione” Quali prospettive”
– “Giustizia e organizzazione degli uffici: una strada obbligata per l’efficienza del sistema”;
– “Prime osservazioni sulla novella del processo civile”;
– “La riforma del processo civile”;
– “Il futuro del giudizio di cassazione”;
– “Leggi 80(2005 e 263/2005. Restyling del processo civile”.
– “Legge 80/2005. Prima lettura delle novità processuali”.

Diritto del lavoro:
– “Diritto del lavoro per giovani avvocati e praticanti”;
– “La riforma Fornero: i licenziamenti;
– “Il diritto del lavoro tra crisi e riforme: dalla legge Biagi al Decreto Lavoro e ai nuovi assetti della contrattazione collettiva”;
– “Contrattazione, diritti sindacali e rappresentatività nell’ordinamento comunitario”;
– “Giustizia del lavoro e legge n. 183 del 2010 il c.d. “collegato lavoro”;
– “Il nuovo diritto societario ad un anno dalla riforma”

Diritto penale:
– Corso di tecnica e deontologia del penalista: “I reati tributari”;
– Corso di tecnica e deontologia del penalista: “ La disciplina delle armi e degli esplosivi”;
– Corso di tecnica e deontologia del penalista: corso sul diritto minorile: “L’udienza preliminare. La messa alla prova. Le sanzioni”; “L’attività dei servizi sociali”;
– Corso di tecnica e deontologia del penalista: “Le indagini difensive”;
– Corso di tecnica e deontologia del penalista: “I reati associativi”;
– “Il reato di depistaggio nel sistema dei falsi giudiziari”;
– “Gli strumenti di cooperazione giudiziaria in materia penale“ (mandato di arresto europeo, blocco dei beni e sequestro, confisca, squadre investigative comuni);
– “Si può credere ai testimoni? gli ostacoli della memoria”;
– “Corso di tecnica e deontologia del penalista”: L’incidente probatorio”;
– “Corso di tecnica e deontologia del penalista”: L’interrogatorio innanzi alla PG, al PM e al GIP. Ruolo del difensore.”
– “Lettura ragionata dei decreti legislativi nn. 7 e 8 del 15.01.2016, abrogazioni, depenalizzazioni, illeciti con sanzioni pecuniarie civili”;
– “La nuova legge sugli ecoreati e il disastro ambientale”
– “Informazione giudiziaria e segreto d’indagine”
– Reati finanziari: elusione ed evasione
– Infermità di mente = incapacità di intendere o di volere? Costituzione, diritti, responsabilità, sicurezza e cura di fronte alla fine dell’O.P.G.
– Diritto e giustizia: le morti da amianto.
– L’amministratore di sostegno nel settore penale: poteri, responsabilità, reati;
– “Prima lettura della Legge 28 aprile 2014 n. 67 Capo III: cosa cambia per l’imputato non presente”;
– “Riforma delle misure cautelari, messa alla prova e non punibilità per tenuità del fatto: prima lettura”;
– “Probation: un istituto per la “messa alla prova” di imputato, servizi e processo”;
– “Associazione a delinquere di stampo mafioso, temi e strumenti di indagine. Il caso Michele Zagara: 16 anni di indagini raccontate dai Magistrati e dagli Ufficiali della Guardia di Finanza che hanno messo fine alla latitanza del boss dei Casalesi””
– “L’udienza preliminare”
– “Prima lettura della Legge 28 aprile 2014 n. 67 Capo II: messa alla prova e sospensione del processo”;
– “Stupefacenti: quale disciplina dopo gli interventi della Corte Costituzionale e del legislatore sul D.P.R. 309/90? Domande e risposte dalla legittimità alla sorveglianza” ;
– “Il patrocinio a spese dello stato fra novità normative, giurisprudenza e prassi;
– “I reati fallimentari: dal merito alla legittimità: casi e orientamenti”
– “Il falso del professionista”
– “Normativa penale sull’immigrazione: connessioni con la disciplina amministrativa”;
– “Il sistema penale e gli interventi della Corte EDU: scenari attuali e futuri
– “Sequestro e confisca per equivalente
– “Reati tributari”;
– “Misure alternative ed esecuzione penale”
– “Retorica e deontologia forense. L’etica ed il metodo dell’avvocato”;
– “Radiologia giudiziaria e accertamenti medici coattivi”;
– “L’esame incrociato, le regole codicistiche, la deformazione della prassi e il ritorno alla legalità;
– “La prova documentale nel processo penale”;
– “L’attività di prevenzione e contrasto del riciclaggio di capitali illeciti. L’obbligo di collaborazione attiva e responsabilità penali”;
– “Questioni aperte e soluzioni operative in tema di contenzioso bancario”.
– “L’emergenza carcere. E la natura rieducativi della pena?”
– “Il rito minorile alla luce delle novità normative”;
– “Il folle reato”;
– “Processi con pluralità di imputati”;
– “I reati informatici”;
– “Il processo tributario. Aspetti e questioni pratiche”;
– “L’incidente probatorio”
– “Le sanzioni alternative alla detenzione”

– “Questioni aperte e soluzioni operative in tema di contenzioso bancario”
– “L’attività di prevenzione e contrasto del riciclaggio di capitali illeciti. L’obbligo di collaborazione e responsabilità penali” ;
– “Problematiche inerenti la guida sotto l’influenza dell’alcol (186 CdS) e guida in stato di alterazione psicofisica per uso di sostanze stupefacenti (187 CdS) modalità di accertamento e relative sanzioni”
– “Le sanzioni alternative al carcere, segnatamente: 1. il lavoro all’esterno come elemento del trattamento nell’esecuzione penale (lavoro all’esterno per detenuti e semiliberi, etc); 2. lavoro di pubblica utilità quale sanzione per determinati reati;
– “La responsabilità amm.va delle persone giuridiche a 10 anni dall’entrata in vigore del D. L.vo 231/01;
– “Questioni nuove aut controverse in materia penale e processuale penale nella giurisprudenza costituzionale e di legittimità
– “Le conseguenze a lungo termine del forte inasprimento del trattamento sanzionatorio per i recidivi reiterati, in Italia e nel sistema statunitense (c.d. regola del “terzo strike”) ove le regole del genere sono state adottate una ventina di anni fa. La sentenza C.E.D.U. nel caso Iset Sulejmanovic; le analoghe sentenza in California e7o negli USA”
– “L’esame dell’esperto nei procedimenti inerenti i reati di abuso e molestie sessuali sui minori”;
– “Le misure di sicurezza personali”;
– Il decreto legge sicurezza (d.l. n.92/08 conv. in l. 125/08): novità di diritto penale, sostanziale e processuale”;
– “Sulle misure cautelari reali”;
– “La prova scientifica”;
– “L’esame dell’esperto nei procedimenti inerenti i reati di abuso e molestie sessuali sui minori”

Immigrazione:
– “Protezione internazionale: novità normative e giurisprudenziali”;
– “La direttiva rimpatri (2008/115/CE dd. 16.12.08) e le sue ripercussioni sull’ordinamento italiano: compatibilità o meno dell’incriminazione di cui all’art. 14 comma 5 ter e quater D. Lvo 286/98 con la direttiva comunitaria”;
– “La recente giurisprudenza C.E.D.U. e della Corte di Cassazione in materia di espulsione dello straniero;
– “Reati e illeciti amministrativi nell’immigrazione di clandestini”;